RECENSIONI

Cizin – Noir | Recensione

A quattro anni da “Dripping beats”, il cagliaritano Cizin torna dietro campionatore e sequencer per un EP decisamente gustoso: la tavolozza dei colori, a parte qualche ombra più scura nelle rifiniture, è la medesima e il termine “Noir” indica titolo, mood e possibili coordinate cinematografiche. Sei brani strumentali e ventiquattro minuti di durata quasi esatti, qualche sample conosciuto (“Feeling Good” di Nina Simone), un registro tematico che interseca Soul e Jazz, la composizione molto articolata; il valore assoluto di “Noir”, considerandone la modesta diffusione (mi tocca spendere un rimprovero: va bene il free download, ma un profilo Bandcamp dov’è?), si misura a partire dall’ottima realizzazione (artwork e registrazioni sono impeccabili) fino alla qualità intrinseca dei beat. Ciascuno di questi, infatti, è strutturato con gran cura: la programmazione delle batterie è deliziosa (fate caso a tutte le piccole variazioni di “Moonlight”), l’affiancamento e la sovrapposizione tra diversi campioni sottolinea un lavoro di fine cesellatura (“It’s a new day”) e i loop non sono rigidamente statici (“In my dreams” alterna xilofoni, voci e fiati con grande perizia). Per farla breve, si tratta di un’uscita che consiglio a tutti.

(Bra)

fonte: http://www.rapmaniacz.com/old_site/CizinNoir.htm

Home Forum Cizin – Noir | Recensione

Tag: 

Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  admin 5 anni, 1 mese fa.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.