Balentia - Hiphopsardo

Balentia
Gruppo
BIOGRAFIA

I Balentìa nascono nell’aprile 1995 dalla scissione di Mogoro Posse, gruppo storico del rap sardo, che ha svolto un ruolo cruciale nella formazione di una delle scene hip hop più fervide del panorama nazionale, assieme ad altri esponenti quali i Sa Razza ed i WAR.
Nell’autunno del 1995 danno alle stampe il primo demo registrato in studio dal titolo Balentia Sarda, che consta di 9 brani prodotti interamente dal producer sardo KappaD, riscuotendo un buon successo soprattutto di critica, e dando origine a buone recensioni su diverse riviste nazionali del settore quali Fare Musica, Musica di Repubblica, Aelle mag., Ain’t Magazine.
Nella primavera del 1996 il gruppo ha la possibilità di varcare il Tirreno per esibirsi negli studi milanesi di Radio Popolare Network, per un live della durata di mezz’ora trasmesso in diretta in tutto il Nord Italia.
Nel 1997 i Balentia arrivano alle finali nazionali del concorso Indipendenti ’96 indetto dalla rivista Fare Musica, al quale hanno preso parte oltre 600 gruppi da tutta la penisola, classificandosi al terzo posto e ottenendo così la possibilità di varcare nuovamente il Tirreno per esibirsi dal vivo a Grosseto.
Nel 1998 il gruppo prende parte, quale unico rappresentante italiano, attraverso l’associazione Eurodesk, al meeting tra diverse realtà hip hop europee tenutosi a Stoccarda, dal 22 aprile al 1 maggio, intitolato The rap feeling. Vi prendono parte gruppi provenienti dalla Grecia, dalla Germania, dal Belgio e dall’Italia appunto.
Alla fine del 1998 la band dà alla luce il suo primo prodotto ufficiale, l’EP su vinile Sa Lei /Cantu balit su fueddu – prodotto da Su Maistu con la collaborazione di K.Wild e distribuito in tutt’Italia dalla romana Good Stuff – contenente 3 brani e 2 versioni strumentali, un brano acapella e gli effetti scratch. Anche questo prodotto riscuote un buon successo di pubblico, considerato il formato, e di critica, con recensioni su riviste specializzate quali Alias de Il Manifesto, Aelle mag., Biz, Musica e Dischi.
Nel 1999, assieme a Sapatimaba, i Balentìa danno vita al primo vero tour della storia del rap sardo, con più di venti date in tutta l’isola, suonando come spalla a gruppi ed artisti di livello nazionale ed internazionale quali Casino Royale, Neffa, DJ Gruff, Piotta, Orishas, Lou X.
Sempre nel 1999 prendono parte a diverse compilation di livello nazionale quali Suoni dalla strada vol.1 (Good Stuff/SDS), Eclissi CD (Parcheggio Abusivo THC), La carica dei 101 (Homiez and Money rec.).
Nel febbraio 2001 il gruppo viene premiato dalla giuria del III Festival della Canzone Sarda, quale miglior proposta innovativa nel panorama musicale isolano.
Nella primavera 2001 è protagonista e parte integrante dell’album L’Alieno di K.Wild, producer ed mc di vecchia data della scena isolana, che ottiene ottimi riscontri di critica (Rumore, Blow up), ma a causa del fallimento della distribuzione Good Stuff, non ottiene i medesimi risultati a livello di vendite.
Nella primavera del 2003 i testi del gruppo sono parte di un’indagine sui rappers italiani svolta nell’ambito della Settimana dedicata alla lingua italiana a San Francisco (USA), assieme a quelli di ben più illustri colleghi quali 99 Posse, Colle der Fomento, Frankie Hi NRG, Bassi Maestro, Ice one, DJ Gruff.
Nell’autunno 2003 vede la luce il primo album ufficiale del gruppo, Nos’ e tottu, frutto della collaborazione ormai consolidata tra i Balentìa e K.Wild, anticipato dall’uscita del singolo Gentixedda e dal videoclip, prodotto dal regista cagliaritano Paolo Carboni e trasmesso in rotazione sul circuito nazionale Magic TV, del brano Alti e Bassi.
Nel corso del 2004 l’album Nos’e tottu raccoglie parecchi consensi di critica e pubblico, e viene trasmesso da numerose radio nazionali, fra cui RadioDue. Il gruppo prende parte alla trasmissione Generazione trasmessa sul Canale IT di Sky. Prosegue l’attività live del gruppo che nel corso della stagione estiva farà da supporto ad Almamegretta, Banda Bassotti, Caparezza nelle date isolane.
Il 2005 prosegue all’insegna del Nos’e tottu Tour in giro per i locali dell’isola, e vede il gruppo impegnato in un mini tour di due date a Milano (C.S.Garibaldi) e Bologna (2thebeat). In particolare quest’ultima tappa vede il gruppo esibirsi davanti ad oltre 2500 persone provenienti da tutta l’Italia.
Nel corso del periodo estivo il gruppo effettua un tour di oltre 30 date in giro per l’isola.
Nel 2006 la band lavora in studio alla preparazione del nuovo album, prodotto interamente da K.Wild, se si eccettuano alcune tracce prodotte da Mraxai e KappaD.
Nel luglio del 2007 vede la luce il nuovo album Bisensi Disi, prodotto da Nu*ragika recordz: 18 tracce audio e una traccia video contenente il video del brano Catz’e Sonu prodotto dal regista Paolo Carboni. Particolarmente curato anche l’aspetto della comunicazione, attraverso l’inserimento dei testi e delle relative traduzioni.
Sempre nel 2007, l’etichetta La Grande Onda facente capo a Piotta, inserisce il brano Catz’e Sonu sulla compilation prodotti A-tipici, che vede la partecipazione, tra gli altri, di Bassi Maestro, Turi, Malos Cantores, Co’sang, distribuzione SELF.
Nell’estate 2008 prosegue l’attività live del gruppo con circa 20 date, tra le quali spicca la partecipazione all’Italia Wave Love Festival, svoltosi a Livorno nel mese di luglio.
Nel mese di settembre il gruppo riceve il premio Sa Limba per il concorso dedicato ai gruppi rap isolani indetto dall’emittente Radio X E’nza!?.
Nel mese di Novembre 2008 il gruppo prende parte al progetto “Brinca” suonando a Bologna e Faenza in collaborazione con l’Associazione “Che torni Babele”.
Per tutto il 2009 il gruppo si dedica all’attività live in Sardegna.
Il 2010 si apre con il primo minitour europeo della band che la vede impegnata nel mese di marzo con due date nel nord Italia (Venezia e Bologna), in Spagna (Vitoria e Madrid) e in Germania (Berlino). Il minitour riscuote un ottimo successo di critica e di pubblico, in particolare nelle date spagnole.
Il gruppo dedica la restante parte del 2010 e l’intero 2011 alla produzione del nuovo lavoro discografico Vidas & Rimas.
Il 12 maggio 2012 esce il nuovo album Vidas & Rimas, a cinque anni di distanza dal precedente Bisendi Disi. Il disco è interamente prodotto da K.Wild, produttore storico della band, se si eccettuano due remix, prodotti rispettivamente da Andrea Aru e Carlo Addaris. Il disco è prodotto dall’Associazione Culturale Roots in collaborazione con Nu*ragika Recordz.