INTERVISTE

Balentia Intervista: Sa Lei, Cantu Balit Su Fueddu

I Balentia sono presenti sulla scena ormai da diversi anni, già da prima sotto il nome di Mogoro Posse, sono al loro secondo lavoro. dopo l’uscita del primo demo escono adesso con un mini LP curato interamente da loro stessi, dove compaiono anche i “Sapatimaba”, altro gruppo emergente proveniente da Serramanna.
In occasione della presentazione del nuovo disco, che si è svolta il 16 gennaio 1999 presso il negozio Zimbra Records di Cagliari, abbiamo chiaccherato con loro (erano presenti Su Maistu, Lepa, Mad F e Su Bruxi, mancava KD) discutendo sulla loro nuova uscita.

Shark: Quando è nata la Mogoro Posse?

SM: Mogoro Posse? Quella che avete visto stasera è Balentia, insomma non so se… comunque Balentia esiste già da un pò di tempo, praticamente dal ’95, ee… in pratica è nata sulla ceneri della Mogoro Posse, che è un gruppo , potremmo dire storico dell’HipHop sardo, che insomma c’è da parecchio tempo, praticamente dal ’91 in poi, abbiamo suonato anche varie volte a Sarroch, abbiamo avuto modo di, tra l’altro con un grande accompagnamento perchè per il periodo c’erano stati Assalti Frontali, poi c’era stata Sa Razza, e insomma c’era stato un bel movimento.

Shark: Quindi da chi sono formati?

SM: Praticamente Balentia è composta da me che sono Su Maistu, da Mad F che è appunto una voce anche lui, io sono la voce, OK la prima voce, la seconda voce, insomma tre voci, praticamente c’è va beh Lepa che è lo stesso una voce, riassumendo Mad F, Su Maistu e Lepa, e poi c’è Su Bruxu scritto B.R.U.X.U. che praticamente è il nostro dj.

Primo: Parliamo di produzioni…

SM: In fatto di produzioni, le produzioni in questo disco, per questo disco me ne sono occupato io, quindi Su Maistu, solitamente si occupa di produzioni anche Su Bruxu e … ma in questo disco praticamente ci sono produzioni mie, e i pezzi sono cantati…abbiamo dei featuring che sono “In sa lei” che è il pezzo più lento, il primo, c’è il feat. di Tiziana che è questa ragazza che appunto canta in questo modo melodico, e poi nel pezzo “Nuragici” invece c’è il featuring degli altri nuragici che fanno parte della nostra eticchetta, che è appunto Nuragika Records (Sapatimaba)…
Arriva anche Lepa.

Shark: Come vedete la scena sarda riguardo l’hiphop in tutte le quattro forme?

Su Bruxu: Allora secondo me il problema è che non esiste una scena sarda, esistono tante scene separate, anzi forse neanche scene perchè come dire, tante realtà assestanti, c’è il gruppo, quelli che magari stanno a seguito di quel gruppo la, ed in posti come ad esempio Mogoro, ecc…le realtà un pò più grandi come quella cagliaritana, però tra di loro queste realtà non hanno nessuna interferenza, diciamo, e penso che sia una cosa un pò negativa questa.

Shark: E cosa si potrebbe fare per rimediare a questo?

SM: Si potrebbe restringere la Sardegna e farla più piccola!!!… il problema è che la Sardegna è formata da 1600000 abitanti su un territorio che praticamente è vastissimo, e quindi che, cioè tu non ne vedi altri posti o meglio li vedi ma hanno gli stessi problemi che può avere la Sardegna. Per quanto riguarda il collegamento, che per andare da Sassari a Cagliari ci devo mettere 4 ore di treno un pò particolare, non è che posso andare ogni giorno a collaborare, o no? Dico cazzate?… e quindi bo!…il problema secondo me è che è difficile andare a comunicare, c’è anche un problema di fondo comunque, o no? C’è un problema di mentalità anche.

Su Bruxu: Si, infatti ognuno si fa i cazzi suoi.

Shark: Anche di menefreghismo!

Su Bruxu: No, il problema è questo, che è inutile che la gente, che due amici si incontrano la mattina e si facciano i complimenti tra di loro quando non sono capaci di accettare le realtà che vengono dall’estero, cioè bisogna saper apprezzare anche quello che non viene dalla propria cerchia, tutto li, è quello il problema nessun altro.

Primo: C’è anche il problema di confrontarsi con il resto d’Italia.

Su Bruxu: Si, il fatto è che questo viene dopo.

SM: Il problema è anche un problema di isolamento sardo, nel senso che ad un certo punto a noi viene praticamente impossibile, se non difficile sicuramente andare a vedere una jam fuori, a meno che non si è ad un certo livello o sei uno che ha le spalle coperte, o sei come noi che per il momento le spalle ce le copriamo da soli.

Su Bruxu: E oltre a questo penso che comunque i prodotti che sono usciti dalla Sardegna siano in linea con il resto del livello nazionale.

SM: se non al di sopra!

Su Bruxu: Evidentemente la gente che ha fatto qua nonostante le difficoltà, si è fatta il culo diciamo è ha raggiunto quel livello, forse è stato anche più impegnativo.

SM: Senza dubbio è stato più impegnativo pero sicuramente questo è un fattore che detta anche, insomma un certo tipo di cose, diciamo che si è anche un pò più…tendi ad essere un pò più originale stando anche qui, hai meno contatti con l’esterno, anche se poi alla fine ti ascolti un disco e lo copi, non c’è nessun problema però dico, non è il nostro caso grazie a dio, perchè le cose proviamo a farle più originali possibile, tentiamo di conciliare, insomma una cosa nuova prendendo elementi che vengono anche presi dalla musica sarda perchè è una nostra sperimentazione a quello che è il canone hip hop stretto, ci sono pezzi, puoi trovare pezzi che in un certo senso hanno qualcosa di sardo e pezzi che invece sono strettamente hip hop, naturalmente poi c’è il sardo in mezzo, c’è la lingua quindi è tutto un altro discorso.

Shark: Tradizioni?

SM: Si va bè tradizioni, elementi che fanno parte della nostra cultura musicale, la Sardegna ha quel tipo di suoni e noi proviamo ad inserirli all’interno delle nostre cose.

Primo: State curando anche la produzione e diffusione del mixtape…

SM: Si quello è un altro discorso, allora il discorso è che l’eticchetta è una cosa, la Nuragika Records, e all’interno di questa eticchetta che come ho già detto vede oltra a Balentia, vede artisti solisti e altri gruppi come Sapatimaba di Serramanna, a KD che è di Borore e Kiza che è di Sasssari, poi naturalmente c’è la parte che riguarda la distribuzione dei mixtape e delle fanzine, e di altro materiale, di questo si sta occupando lui (Mad F) che si chiama “Real Hard Store”.

Sharke & Primo: Ok grazie, penso che possa bastare…In bocca al lupo!!!

Intervista estratta da Indhastria Numero Uno

Comments

Sign In