EVENTS

Sardinia Jam Session Sarroch

Venerdì 29 Luglio 2011, a Sarroch (CA), si è svolta la prima Sardinian Jam Session, con artisti e gruppi provenienti da tutta l’Isola. Nonostante la mezz’ora di ritardo con cui è incominciato lo spettacolo e i problemi legati alla corrente elettrica, tutto è andato praticamente regolare.

La serata, presentata da Su Maistu dei Balentia, è incominciata con l’esibizione della Street Lab Records,un gruppo di giovani di Cagliari,seguiti da Ciabe e CJ,due fratelli di Capoterra, e la Note Stonate Gang al completo, sempre di Cagliari,zona Sant’Elia. Nonostante all’inizio le persone presenti non fossero molto numerose, l’atmosfera è subito divenuta incandescente quando il pubblico ha cantato “Non fotti il mio quartiere” insieme al gruppo di Sant’Elia.
In seguito, si sono esibiti altri due gruppi che non hanno deluso: la Urtogang, senza Kill Mauri, e la Blatha Fam, con DJ Sputo. C’è da segnalare che la Urtogang si è esibita per un pezzo assieme a Cool Caddish, noto rapper cagliaritano. La Blatha Fam, invece, ha suscitato una vasta approvazione da parte del pubblico che ha scandito cori sia per Riky aka Teso sia per Mak Rabi. Una volta terminata l’esibizione, è giunto il momento del primo artista solista: Infa, ex componente de La Kasbah, noto duo cagliaritano. Sul palco, oltre a essere stato l’unico artista a distribuire copie del suo album (Psychodeath EP, scaricabile anche dal nostro sito), ha garantito una forte presenza scenica, unita ad un rap inconfondibile. A seguire, un altro gruppo, gli Alterego, hanno infiammato la folla di Sarroch, proponendo i loro pezzi più noti.
Altri due artisti solisti hanno poi proseguito l’esibizione: Mr Truffa, che ha annunciato l’arrivo di un album per settembre, e Graffio, che, bisogna segnalare, ha fatto una bella figura, nonostante non avesse nessuno per fargli da spalla, per intonare le cosiddette “doppie”. Dopo Graffio, il pubblico è gradualmente aumentato, visto che sul palco si sono presentati Cool Caddish e Bravopie, accompagnati da una decina di comparse, alcune delle quali con maschere bianche, tra cui figuravano vari altri rapper presenti alla jam. Oltre a pezzi solisti di Bravopie (Gli spari sopra) e di Caddish (Mancano cose), sono stati rappati anche dei feat (Balneando,Non rubarmi l’erba).
In seguito, viste le assenze dei La Fossa, degli Entroterra e di Uzi Junkana e Ibo Montecarlo, sono saliti sul palco Gilfo, Kire, Jamal e Seque, quattro dei rapper presenti in “Rosso e Blu”. Ancora prima che salissero, un gruppo di persone in prima fila ha intonato “Rosso e Blu”, scaldando ancor di più l’atmosfera. Sul palco, oltre alla canzone con cui si sono fatti un nome, Gilfo e Kire hanno cantato tre pezzi del loro primo album “Bianca Baita”.
A partire dai prossimi artisti, i Twin Vega,con Denny the Cool alle produzioni, sono incominciati i problemi organizzativi, in una manifestazione in cui tutto,fino a quel momento, era filato praticamente liscio, a parte qualche problema con il volume dei microfoni. Durante la loro esibizione, infatti, è saltata la corrente per ben 15 minuti, cosa che ha portato molti appassionati a lasciare la piazza dove si è svolto l’evento.
Alla ripresa dell’evento, dopo i Twin Vega, è salito sul palco Teso, che ha proposto i suoi pezzi più noti, anche quelli del duo La Puzzle (Teso + Graffio). Nei maxischermi ai lati del palco, dove finora si erano visti solo dei videoclip ufficiali, sono comparsi dei testi, cosicché il pubblico potesse cantare con l’artista.
Per concludere, sono saliti sul palco i Green Peeps, gli Stranos Elementos, direttamente da Sassari, e Salmo, a cui il comune di Sarroch ha tagliato parte dell’esibizione, visto l’orario a cui la manifestazione si è conclusa. Per quanto riguarda il giudizio finale, gli artisti hanno fatto tutti una bella figura, dai più noti a quelli emergenti, e l’organizzazione nel complesso è stata buona, nonostante la durata della jam alla fine fosse abbastanza lunga.

Comments

Sign In