INTERVISTE

Nonno Slime: Un annuncio esclusivo…

Nicola Nonnis, in arte Nonno Slime, è uno tra gli mc sardi che potremmo definire tra i più prolifici (ben 7 lavori,sia da solista che con altri rapper, in 5 anni!).
In quest’intervista, oltre a spiegarci dove trova l’ispirazione per i pezzi, anticipa al pubblico di Hip Hop Sardo una notizia esclusiva!

1) E’ passato un anno e mezzo dall’uscita del tuo ultimo album, “Poker”.
Com’è il bilancio complessivo?

E’ strano da dire, visto che ultimamente i “rapper” sono molto egocentrici e gonfiano le loro statistiche in maniera esagerata, vi stupirò, il bilancio è pessimo! È inutile restare ad ascoltare a chi vuol farci credere il contrario rendendosi grande inutilmente! I numeri sono questi e sono evidenti! Purtroppo qua se non sei un pagliaccio e non racconti stupidate che fanno ridere, o non parli di droga, di spinelli,di coca ecc. non vai da nessuna parte! Mi dispiace perché il rap è ben altro, ho visto maestri in zona che danno il meglio del meglio da più di 10 anni e sono ancora qua a fare le cose seriamente e ci provano con tutte le forze! Non mi sento nemmeno di scusarmi per essere cosi polemico, ma è la verità!

2) Nonostante siano passati 5 anni dal tuo primo album, “Con poca discrezione”, hai incominciato come writer.
Cosa ti ha spinto a diventare un rapper?

Bella domanda…è vero, andavo matto e vado matto per il writing, vedere i graffiti in strada era un’emozione soprattutto i pezzi di un grande maestro come NERO che è sempre un onore citare! Era un’emozione poter portare degli spray in borsa, l’adrenalina era indescrivibile!!! La verità è che ho mollato per via dei troppi soldi spesi in spray ..era un’emozione ma non la mia passione. Ho sempre scritto i miei testi già da quando avevo 12 anni e rimanendo nell’ambiente “HIP HOP” (molti si sono dimenticati cosa vuol dire, o forse non l’hanno ancora capito) mi ha spinto a diventare un “rapper”, una storia d’amore andata male, il voler incidere un pezzo importantissimo nella mia vita da MC (SOLO IERI, presente nel disco “con poca discrezione”). Penso che non ci sia modo migliore al mondo per sfogarsi che scrivere delle frasi in rima su un foglio e riportarle su un beat.. intanto la cosa mi è piaciuta, diciamo che suonava e ho voluto continuare! Ed ora eccoci qua con un bel malloppo alle spalle!!

3)Nonostante tu abbia 22 anni, hai già pubblicato quattro album da solista e tre lavori con gli Original Playaz.
Dove trovi l’ispirazione per scrivere un numero così grande di pezzi?

Azz..in effetti hai ragione..mi ero dimenticato di quanti pezzi avessi già fatto! Bè l’ispirazione nasce da tante cose, una storia d’amore, uno stato d’animo non eccellente, una litigata con qualcuno, la merda che si sente in tv, i ragazzini che vogliono fare i gangsta, una vita che non va nel migliore dei modi, un tributo ecc..!! Insomma sono tante cose che ti spingono a scrivere, chi fa rap sa benissimo che farlo per passione è diverso da chi sbuca dal nulla e vuole fare il rapper perche ascolta quello che va più di moda! Il rap sfoga, il rap aiuta come la musica in generale!! Libera la mente e alleggerisce l’anima! Mi hanno insegnato cosi e tutt’ora vado avanti con questa idea!!!

4)Come detto nella prima domanda, nel 2011 non hai ancora pubblicato alcun lavoro. Potremo vedere un lavoro di Nonno Slime quest’anno? Se sì, ci puoi anticipare qualcosa a proposito?

Preferirei far silenzio a riguardo, forse mi cogliete in un periodo dove vedo l’hip hop nella mia zona un po’ male, diciamo che sono incazzato nero!! Si, vedrete qualcosa..ma non mi voglio sbilanciare più di tanto! Altri mi hanno fatto la stessa domanda, mi hanno chiesto perche sono sparito, perche non ci sono più novità! È tutto legato al fatto che anche se hai ispirazione e l’ambiente è quello che è, farlo per se stessi è bello, ma son del parere che un artista debba avere un tocco in più…io lo chiamo pubblico.. voi chiamatelo come vi pare! Il fatto che la città straborda di “finti rapper” come li chiamano ad Iglesias, ti fa sorgere delle domande!

5)Quest’intervista è anche stata fatta per dare un annuncio in esclusiva al pubblico di Hip Hop Sardo.
Ci puoi dire di cosa si tratta?

Si,avevo preannunciato il mio ritiro dalla “scena”, se così la volete chiamare visto che tanto scena non è! È La conseguenza di ciò che ho scritto qua sopra…poco rispetto, tutti si svegliano e fanno rap, nessuno si suda il palco, tutti “hanno” lo “studio” e tutti “fanno” beat, tutti sanno “cantare”, tutti sono forti belli e bravi! Il bello è che vengono apprezzati più loro che altri che si sbattono da anni e anni per fare qualcosa di concreto e vero!!!!!!
Ora io non sono contrario alle nuove leve,assolutamente, è sempre bello vedere che l’hip hop sia ancora vivo nel sud Sulcis! Ma l’arroganza ai bimbi di oggi fa male, e pensare che 10 anni fa quando avevo l’opportunità di parlare con i più grandi della scena come TES, RUIDO, NERO, e tanti altri mi tremava la voce! Ora è una guerra continua, un’arroganza pazzesca,tutti fissati con l’artista che va più di moda senza un briciolo di coerenza, visto che ai live prima acclamano e poi insultano e criticano! Adesso vediamo come vanno le nuove idee, se funziona bene, altrimenti non ha senso nemmeno continuare, è una guerra persa in partenza..e mi dispiacerebbe mollare..perche per me il rap è passione non la moda del momento!

Un ringraziamento a Nonno Slime per l’intervista.

Un grazie di cuore a voi!!!!

Intervista by Alessio Amato

Comments

Sign In