INTERVISTE

Califoxi Intervista: Everyday In The Bay

La Califoxi è un gruppo g-funk ormai attivo da anni nel Sud della Sardegna. Possono vantare, oltre a featuring con un nome noto come Tormento, anche di essere tra i pochi rapper sardi conosciuti all’estero, soprattutto in Francia ed in Giappone.
In quest’intervista, rilasciatici in occasione dell’uscita in esclusiva per Hip Hop Sardo del mixtape “Everyday in the bay”, si parlerà anche dei vari progetti targati Califoxi, da Sognando Cali, il primo album, a quelli futuri.

1) La prima domanda sorge spontanea: da dove nasce l’idea di fare un mixtape con Row-B e Tha FM?

Row-B è un nostro amico sin da quando eravamo ragazzini. Dal 2006 ci ha accolto nello Studio 9 e siamo diventati, insieme agli FM, subito parte attiva della scuderia . Dopo il primo album ufficiale stavamo registrando un po’ di pezzi anche con loro, pezzi che non avevano una destinazione specifica perché non stavamo pensando a nessun progetto ufficiale.
L’idea di racchiudere i pezzi in un mixtape è nata da Zack che aveva già ben chiaro il titolo: “Everyday in the bay”. L’intento era creare un mixtape con gli artisti dello Studio 9 che bazzicavano nella stessa zona.
Seguiamo gli FM sin dagli esordi e, oltre il legame d’amicizia, il fatto che siano migliorati così tanto negli anni ha reso stimolante ogni collaborazione con loro. È stato un piacere scoprire i nuovi beat di Row-B e la qualità finale di tutto il lavoro: se suona così bene è solo merito suo, si è impegnato davvero per questa compilation e solo chi era in studio per il making of del doppio cd lo può sapere. Un’altra bella scoperta è stata Riwa: ha seguito il lavoro dall’inizio, e abbiamo visto del talento in lui, così l’abbiamo spinto a cimentarsi nello scrivere ed in “Everyday” potete ascoltare i suoi primi pezzi in assoluto…sbalorditivo!
Ascoltare per credere!

2)La vostra corrente nel rap, come si intravede anche in questo lavoro, è quella g-funk.
Da dove nasce l’ispirazione per fare g-funk?

Chiaramente abitare a pochi metri dal mare ci ha influenzati, abbiamo la fortuna di vivere in un posto bellissimo che dà pace e relax e, pur mancando molte cose rispetto al resto d’Italia, possiamo contare su un clima e scenari davvero ispiranti. È difficile per noi pensare di vivere altrove, è il nostro habitat, e il g-funk si sposa perfettamente con l’atmosfera che si crea nel nostro litorale, d’estate poi è un connubio perfetto…ascolta DJ Quik o la Dogg Pound mentre percorri viale Poetto in estate, e prova a dirmi che non ci sta a pennello…fool!
Ad ogni modo con “Everyday” abbiamo cercato di spaziare un po’ testandoci anche su beat “sperimentali” per noi come “Kiss Me” e “Soft Porn III” ad esempio, questo grazie a Row B che si è sempre dimostrato un beatmaker eccentrico capace di variare dal Funk al Country, dall’R&B al Crunk…ciononostante…we stay funky!

3) Il mixtape esce dopo una pausa di appena un anno dal primo “vero” album, Sognando Cali.
Come mai avete aspettato così tanto tempo per produrre dei lavori ufficiali?

Premettiamo una cosa, crediamo che prima di fare uscire qualcosa bisogna essere capaci, nel senso, se si sta appena imparando a scarabocchiare diventa controproducente fare una mostra dove esponi i tuoi disegni. Bisogna raggiungere una certa maturità prima di affrontare il pubblico. È brutto dirlo ma la prima impressione conta, perché chiunque ora può registrare i suoi primi testi e spammarli online tramite Youtube o i social network, ma questa è un’arma a doppio taglio, ora sono tutti “rappers” perché va di moda e basta poco per mettere in vetrina la propria song, spesso davvero pessima! Prima chi voleva proporre i propri lavori faceva la gavetta: Live, Jam, c’erano contenuti, c’era passione…ora c’è internet!
Prima di “Sognando Cali” non avevamo mai pensato a progetti ufficiali, ma semplicemente registravamo i nostri pezzi e li infilavamo in qualche compilation da ascoltare in macchina, senza una destinazione specifica, per il solo gusto di farlo, finché grazie a Myspace non ci ha adocchiato una ragazza disposta a finanziarci, ci ha portati in trasferta a Padova per 8 giorni insieme a Row-B, Any-G, Tune e Mr Aru per registrare l’album nello studio di un suo amico, ma l’esperienza è durata poco, visto l’incapacità della manager di gestire i soldi, solita sfiga! Avevamo quindi le registrazioni in mano, ma non i soldi per pagare il mastering e il missaggio finale, non erano pochi ma non volevamo sprecare l’occasione, perciò ci siamo rimboccati le maniche per trovare la somma e l’abbiamo fatto uscire, ma è storia!
Per quanto riguarda il mixtape, era il momento di qualcosa di nuovo, e per scusarci per l’attesa ci siamo imposti un progetto abbastanza grasso (34 tracce) e soprattutto free per rimediare un po’. Abbiamo impiegato del tempo per cercare di curare i dettagli e rendere il progetto il più vario possibile e nel mentre pubblicizzare “Sognando Cali”, speriamo sia valsa l’attesa.

4) Tra i vari featuring, compare un big della scena nazionale, Tormento (ex Sottotono).
Com’è nata la collaborazione con lui?

Avevamo già collaborato con Torme in “Dimmi Che Mi Ami” che sta in “Sognando Cali”, aprendo il suo live al Lido nel 2006 e cantando il feat con lui sul palco! Si è dimostrato subito una persona alla mano, visto che c’è chi crede di poterselo permettere e va in giro facendo il vip, anche qui da noi. Troppo rispetto per Torme!
L’estate scorsa è tornato a CA per un altro live sempre al Lido ed abbiamo avuto il piacere di passare tutta la giornata con lui da quando è arrivato all’hotel 4 torri a Foxi, a cena da Row-B e siamo riusciti a portarlo con noi in studio, bellissima esperienza!
Li gli abbiamo fatto sentire il progetto di “Everyday in the bay” ancora acerbo e quando è partita Soft Porn III senza ritornello, lui lo aveva già in testa e lo canticchiava e ha registrato directly dallo studio 9, poi siamo volati tutti insieme al Lido per il live 2011!
Abbiamo solo belle parole per lui e speriamo di rivederlo presto! big TORME!

5) Una semplice domanda: sono previsti dei vostri progetti solisti? Se sì, quando?

Vedi, abbiamo iniziato + di 12 anni fa a fare musica insieme, credo sia questo il nostro punto di forza, La CaliFoxi resta, ma nella vita non si esclude nulla, chissà… forse qualcuno di noi proporrà qualche progetto, che non definirei solista, ma parallelo. Per ora, il lavoro di “Everyday” ci ha preso molto tempo e adesso che è uscito è ora di dedicarci a spingerlo un po’. Abbiamo capito dall’esperienza del nostro primo album che un progetto senza pubblicità è come se non esistesse, puoi fare le robe + potenti del mondo ma se la gente non è a conoscenza della loro esistenza non comprerà il tuo cd. Ahimè, a volte è + importante la pubblicità del progetto stesso. Quindi ora ci stiamo prendendo una breve pausa per gestire un po’ meglio le cose, mettere online il sito.com, registrare featuring in sospeso e dedicarci alle riprese dei video, infatti ora siamo impegnati nel making of di “4 My City” prodotta da DJ PMX che ci è stato chiesto dal nostro socio Rasheed San promotore per la Hood Records. Ormai se non pubblichi video la gente non ascolta la tua canzone su Youtube, un po’ triste…ma è così.

Grazie alla Califoxi per quest’intervista.

Ringraziamo Hip Hop Sardo per l’intervista.

Intervista by Alessio Amato

Comments

Sign In