INTERVISTE

Falapì Intervista: Call Me Frugone

Filippo Pau, in arte Falapì, è un giovane mc cagliaritano, che ha già avuto l’onore di collaborare con uno dei rapper emergenti della scena sarda, Pakos.
In occasione dell’uscita del suo primo mixtape “Call me Frugone”, uscito per la nostra weblabel, lo intervistiamo per saperne di più sia su questo progetto che sui suoi progetti futuri.

1) Hai recentemente pubblicato, per la nostra weblabel, il mixtape “Call me frugone”.
Come mai questo titolo particolare? Cosa ti ha spinto a pubblicare il tuo primo mixtape?

Il nome “frugone” arriva da una vecchia storia di parecchi anni fa, mi è stato messo da una ragazza con cui uscivo, anche senza scendere nei particolari si capisce dai..auhauhauhauh..vecchie storie di beata gioventù!
Per quanto riguarda la pubblicazione del mixtape diciamo che ormai la musica è TUTTO per me, ho sempre amato fare musica e ascoltarla, scrivo testi da parecchi anni e questo è stato il primo “vero” lavoro, dove ho speso volentieri soldi e tempo. Amo tutta la musica in generale, ascolto di tutto, ma il rap mi dà un qualcosa in più sia nell’ascoltarlo che nello scrivere rime; e anche perché la musica che faccio, i testi che scrivo piacciono in primis a me e poi anche a tanta altra gente che continua a supportarmi e a volermi bene, anche perché altrimenti avrei già smesso. Diciamo che questi sono i motivi principali.

2) Tra le collaborazioni, ci sono numerosi rapper, ma nessun beatmaker.
Perché questa scelta? Come sono nate le idee per i featuring?

Per quanto riguarda l’assenza di beatmaker la risposta è molto scontata e breve: per motivi di DENARO. Diciamo che non avendo soldi per pagare i beatmaker ho deciso di usare solo strumentali. Ma ora sto iniziando a lavorare sul mio primo vero e proprio album prodotto completamente da una persona molto conosciuta nell’ambiente hip hop cagliaritano, non è conosciuta principalmente come beatmaker, anche io l’ho scoperta in seguito questa sua “dote”, e oltre al suo principale lavoro, anche quello del beatmaker lo sa fare molto bene, questo era un piccolo OFF TOPIC giusto per fare un po’ di pubblicità !
Per quanto riguarda la scelta delle collabo, beh, diciamo che ho scelto i rapper più vicini a me in questo periodo, sono tutti amici, rapper che stimo molto sia come artisti che come persone. Duastin, oltre ad essere mio cugino è praticamente il mio mentore, ho iniziato a scrivere grazie a lui; diciamo che è sempre stato un “modello” da seguire per me, mi è sempre piaciuto come scrive; Mars ormai è sempre presente in ogni mio progetto, abbiamo iniziato insieme praticamente ed è stato il primo con cui ho fondato la Casetta. Pakos ormai è un nome conosciutissimo nell’ambiente; è D’OBBLIGO in ogni progetto che faccio, per me è uno dei, se non IL MIGLIORE “ritornellista” in circolazione, ma è potentissimo anche nelle strofe e a breve ne avrete la conferma con i suoi lavori. Tutti gli altri, ora non sto ad elencarli tutti uno per uno, non perché sono meno importanti ma perché se no divento troppo lungo, beh tutti gli altri sono rapper che stimo e che ho voluto PER FORZA nel mixtape..KIQUE’, TRUFFA, BAKU, DON G, MAFIA, tutta gente che sopra un beat vi fa diventare incontinenti.

3) Il primo video estratto è “Giù in bidda”, con la collaborazione di Duastin, girato nella tua città natale, Orroli.
Da dove è scaturita l’idea per il video?

A dire la verità Orroli non è il mio paese natale, io sono 100% Cagliaritano. Mia madre è di Orroli, e da piccolo andavo li praticamente sempre, per passare le domeniche in famiglia dai miei nonni, e come ogni buon paese che si rispetti va a finire che ci si conosce tutti alla fin fine e quindi ho passato anche varie estati la. Diciamo che metà cuore rimane sempre in quel paese anche quando torno in “patria casteddaia”. E’ la mia seconda casa.
Per quanto riguarda l’idea, ho voluto raggruppare il vero ambiente SARDO, dai mega pranzi con maialetto e vino nero che non mancano mai, ai “cartelli modificati” che solo in Sardegna vantiamo di avere, dal nuraghe, alla panchina nella via principale, dove in ogni bidda che si rispetti è sempre occupata da qualche vecchietto/a che sparla della gente che gli/le passa davanti. Insomma piccole cose che ci fanno sentire fieri di vivere in quest’isola stupenda.

4) Nel mixtape c’è anche la seconda parte di “Tutte uguali” featuring Mars.
Qual è stata la motivazione per scrivere un seguito del tuo primo videoclip?

La prima versione era stata scritta perché con Mars abbiamo avuto una relazione nello stesso periodo, con due ragazze diverse ovviamente, che non si sono comportate proprio benissimo diciamo. La seconda parte è stata scritta, diciamo per “ribadire” il concetto, ora non voglio scendere nel banale dicendo cose scontate come le donne sono tutte troie e i maschi tutti dei bastardi, quello è ovvio auhahuauhahu no scherzo, io penso che in giro qualche brava ragazza e qualche bravo ragazzo esistano ancora, però ormai le nuove generazioni a cui apparteniamo diciamo che stanno tornando ai primi anni ’60 dove L’AMORE LIBERO era diffusissimo …giusto per non essere troppo volgare. Nella maggior parte delle mie esperienze, però, è sempre saltato qualcosa fuori che mi ha fatto sempre più pensare che le ragazze sono TUTTE UGUALI appunto, concetto, che come avrete notato, ribadisco nella maggior parte dei miei pezzi.

5) Assieme a Mars e Duastin, hai fondato la crew “Casetta Style”.
Per quando è prevista l’uscita del vostro primo progetto assieme, se è prevista?

Io ho sempre sperato in un lavoro NOSTRO, ma penso che non andrà mai in porto, anche perché ormai Duastin per problemi di tempo, penso che non scriverà più, se non per qualche pezzo con me di tanto in tanto. Diciamo che tra i tre, l’unico ad essere rimasto “produttivo” sono io. Io però ci spero ancora in un nostro lavoro insieme, nel mentre però sto finendo un EP con Baku e come ho già detto prima, sto iniziando a lavorare al mio primo album, e vi assicuro che sarà una bomba sia per i beat, per i testi e per le collabo che saranno speziatissime, rapper veramente validi, perciò rimanete connessi e continuate a seguirmi perché ne varrà la pena.
Nel mentre continuate a scaricare il mixtape che trovate in free-download in questo sito. BELLA.

Grazie a Falapì per averci concesso l’intervista.

Grazie a voi per tutto quello che state facendo..GRANDI!

Intervista by Alessio Amato

Comments

Sign In