La Kasbah - Hiphopsardo

La Kasbah
Gruppo
Biography

Il gruppo rap La Kasbah nasce nel 2000 da un’idea di Rent Rk e Infa in seguito all’esigenza di produrre dei lavori di livello superiore a quelli precedentemente abbozzati dagli stessi, nei primi anni di avvicinamento alla cultura hip hop. Dopo aver elaborato i primi testi, il duo si trova di fronte all’ostacolo della produzione musicale, in quanto sprovvisti di attrezzature e materiale adeguato. La scelta del beatmaker ricade su Raido, proveniente da Elmas (Cagliari) maturata da un incontro casuale avvenuto a scuola. Da qui un secondo incontro (tramite Raido) con il rapper e produttore Niko del gruppo La Scia di Elmas, che mette a disposizione dei software.Da una parte si comincia a strutturare il futuro concept del primo demo, dall’altra fermentano le produzioni di Raido. L’aggancio in extremis di Nerwo definisce la formazione ufficiale.

Nell’estate 2001, dopo un lungo periodo di gestazione di circa sei mesi, arriva il demo Le Apparenze Ingannano contenente dodici tracce. I problemi verificatisi in fase di realizzazione continuano a causa di una distribuzione disorganizzata del CD e di alcuni attriti tra i componenti. La situazione porta a uno smembramento dell’organico e l’uscita di Raido dal gruppo circa un mese dopo il lavoro. Nel frattempo il quartetto passato a trio continua a promuoversi con alcune sporadiche apparizioni live.Nuovamente sprovvisti di un produttore, il gruppo cerca di ammortizzarne la perdita affidando il compito delle produzioni a un esordiente Nerwo, che culmina in risultati fallimentari proprio mentre era in cantiere il secondo disco. Il 3 settembre 2002 Nerwo abbandona il progetto per dedicarsi al rilancio della propria carriera solista.

A questo punto, privi di certezze, Rent Rk e Infa escludono l’ipotesi di un secondo immediato lavoro, fino a quando non entrano in contatto con il Dj e Beatmaker Emet, resosi disponibile a collaborare con i due, alternando le sue basi con quelle di Rent Rk riadattatosi al ruolo di produttore. Nello stesso giorno in cui Nerwo abbandona il collettivo, Rent Rk crea assieme a Infa il logo Beatume Beatz parallelo al marchio Maniero Tenebroso Produzioni di Emet.

A 2003 inoltrato affiorano le prime collaborazioni: Ceto JD e Isma Killah, conosciuti come Sixemlinez, ospitano La Kasbah nel loro album desordio dal titolo La Crociata. Il brano “Alla Corte” è prodotta da Rent Rk. Sempre nel 2003 La Kasbah compare insieme a Ceto JD in “V.I.P. (Veri Inutili Personaggi)”, singolo che vede in Bion il suo direttore d’orchestra. Nel 2004 il trio si incontra con NTD MC ne “Il Peso del Domani”, tratto dall’omonimo disco del rapper. La produzione è affidata a Niko de La Scia. Intanto, ancora prima dell’uscita del doppio disco, andavano innescandosi delle scintille esterne al collettivo, Infa è il primo ad essere attaccato duramente con un dissing. Non troppo tempo dopo il mirino si estende anche a Rent Rk. Il gruppo perdura comunque nella propria attività musicale rispondendo anzi alle accuse ed ai diss con l’EP I Vicoli della Città del febbraio 2005.

Nonostante nell’EP appaia ancora col nome con cui si è fatto conoscere, Rent Rk già da novembre 2004 effettua una evoluzione artistico-stilistica che lo vede proficuamente mutare in Mefisto. Tale scelta non è altro che un nuovo stimolo produttivo incalzato da una speciale spinta creativa. Temporaneamente sospesa l’attività discografica in proprio, La Kasbah partecipa con notevole interesse alla compilation Karalis Underground, uscita nella primavera del 2005, interamente prodotta da Isma Killah. Un morbido intreccio di samples sapientemente lavorati è la produzione su cui poggia “Aure nascoste”. Tra maggio e giugno 2005 La Kasbah, con Duastin, Matta, Bion e lEmporio Elitario, lancia sul web il posse-cut “Le 9 Discipline” prodotta da Zidio.

A fine estate 2005 la collaborazione avviene con Cizin nel disco L’ombra Più Nera. Tre timbriche taglienti unite ad una cruda e ruvida produzione del padrone di casa sono gli elementi costituenti di “Metallo Liquido”. A settembre 2005 hiphpozone.it raccoglie in un disco di oltre 60 Mp3 un’ampia veduta della scena sarda. La compilation Sardinian Life Style Vol.1 coinvolge il collettivo in due tracce: “Cagliari by Night“, un inedito di Mefisto e Bion accompagnato dagli scratch di Emet, e che presto vedrà laggiungersi di Infa, e “Sotto L’underground” di Infa, con Bion, NTD MC, Sixemlinez e Mefisto. A ottobre 2005 lo stesso Infa esce con L’anima del Male, primo suo traguardo solista. A dicembre 2005 Tenky, beatmaker dalle grandi capacità, chiama a sé Mefisto e Infa invitandoli a comparire nella compilation Royalty. Su due diverse produzioni scrivono e registrano rispettivamente “Mappamondo dei Luoghi Comuni” e “Se anche andasse bene (non durerà per molto)”. Ad aprile 2006 è Mefisto a portare alla luce il proprio album solista, dal titolo Rinascita Demoniaca.

Con l’uscita di Emet dal gruppo nel marzo 2008, La Kasbah torna alla formazione originaria composta per l’appunto da Mefistofele ed Infa.

Tuttavia, a partire dallo stesso 2005, già prima dell’uscita del terzo album, Infa e Mefis intraprendono due distinte esperienze soliste. Ciò nonostante, frequenti saranno comunque le collaborazioni della Kasbah nei tre anni successivi, singoli raccolti nell’ultimo e definitivo L’alba dei risvegli, uscito a giugno 2008, album contenente inoltre 5 inediti. Ultimo singolo del duo sarà Che ne sai, uscito un mese dopo, cui faranno seguito altri tre anni di silenzio. A fine 2011, a dieci anni esatti, La Kasbah annuncia lo scioglimento.

Sign In