Tes - Hiphopsardo

Tes
MC e Producer
Biography

Tes nasce musicalmente nel 1996, nella citt di Iglesias (Sardegna), ma per una serie di circostanze riesce solo nel 2001 a concretizzare i suoi lavori.Nel 2000 forma, assieme a Zast 1 (Mc/Produttore) e ND (Mc), “La Stanza Rec.” dalla quale si producono svariati lavori. Gli innumerevoli testi scritti nel corso di questi anni gli permettono, nonostante le possibilità ridotte, di realizzare le sue prime due demo dal titolo “Dalla strada all’mc” divise in due volumi; la prima concretizzata nel 2001 e la seconda l’anno successivo. Più tardi al team si aggiunge dj Admi che li accompana in diverse serate e che produce diversi brani chiudendo la formazione. Tra il 2004 e il 2005 Tes comincia a lavorare con Ruido e Rayz (F.I.T. Prod.) lavorando a diversi brani che accompagnano gli mc’s in diverse serate Live in giro per la Sardegna. Verso la fine del 2005 iniziano la lavorazione del singolo dal titolo “Il tempo vola” in commercio da gennaio 2006.

Mi sono avvicinato all’Hip Hop, come ascoltatore, a metà dei ‘90, poi iniziai a dipingere. Alcuni anni dopo, per non so quale motivo, mi sono inserito in un cerchio di freestyle che aveva attirato la mia attenzione a cui prendevano parte alcune persone che conoscevo, lì tutto ebbe inizio, nel posto che chiamavamo “I Cerchietti”. Ho cominciato a scrivere testi e ad avere una visione della musica un po’ diversa rispetto a quella che avevo prima, non solo da ascoltatore. Non avendo nulla per registrare i testi che scrivevamo li “sfoggiavamo” nel primo cerchio utile sotto i portici. Anni di testi registrati su memorex a cassettina con i beatz su un radione, sino ad arrivare ai primi del 2mila, anni in cui si presenta l’occasione di “incidere” i miei testi. A quel momento ci arrivai con una marea di testi, tanto che li dovetti dividere un po, infatti tirai fuori due volumi di un progetto titolato “Dalla strada all’mc”; il primo nel 2001 e il secondo l’anno successivo. Tutt’ora sento imbarazzo ad ascoltarlo perché qualitativamente è da brividi, ma se ripenso agli anni, alla fotta etc mi da tanta energia. La voglia di indipendenza mi spinge a interessarmi alla composizione dei beatz, qualche consiglio, tanto tanto tanto e ancora tanto ascolto e qualche base di musica riescono, nel 2005, a farmi realizzare una mini-demo di 5 brani dal titolo “ill promo”. La crescita musicale è in rapporto allo studio e il confrontarmi con persone che avevano diverse tecniche di produzione mi fa capire quali mezzi utilizzare per arrivare a un risultato per lo meno decente. Lo studio e la voglia di stravolgere certi standard mi portano sulla strada della sperimentazione, esplorando generi completamente diversi dall’hip hop che mi aiutano a crescere e, piano piano, a superare i limiti dati dall’inesperienza. La crescita nella scrittura e nel creare beatz mi porta ad raggiungere una continuità di produzione molto elevata, senza neanche accorgermene, nel giro di un paio di anni, arrivo ad avere un numero smisurato di brani. Decido quindi di scremare e i meno peggio, li raggruppo in un progetto che per la sua complessità si trasforma nel primo album ufficiale da titolo “Tra chi sente e chi ascolta”; progetto che vede la luce, anche grazie all’etichetta Indi Hip-Hop veronese Vibrarecords che lo produce e lo distribuisce in tutto il territorio nazionale, determinando il mio esordio ufficiale. Un’anno più tardi partecipo al disco dei F.I.T. Prod., dal titolo “Da qua giù”, come featuring in un po’ di brani. Mi dedico molto all’ascolto; l’ascolto delle radici, del jazz e del soul mi aiuta ad aumentare qualitativamente la produzione, ma in primis penso che siano gli unici generi in cui mi rispecchio umanamente. Comunque, la produzione di beatz non si ferma, tanto che, come per “Tra chi sente e chi ascolta”, mi fermo un attimo a capire cosa stavo facendo, questa pausa mi fa tirare fuori un progetto di soli beatz dal titolo “Beatz from da unda” composto da 32 brani. Tante sono le persone che ho conosciuto grazie alla musica,veramente tante, ed una delle persone che ho più a cuore è B-Doub; Se faccio memoria penso di avere almeno una 20ina di pezzi scritti sui suoi beat da quando lo conosco. Il primo pezzo “ufficiale” fatto assieme si chiama “Es ist vorbei!“, datato 2009 e contenuto nel disco del suo gruppo CTTG (Cradle to the grave) dal titolo “Gedankenkino”, di cui è sia mc che produttore; stesso anno produco il brano ”Quattro quarti“ di Ruido. Con gli amici di sempre, con cui ho condiviso praticamente tutto, già dal ’99 avevamo una crew chiamata N2C (Numero 2 Crew) in cui c’erano dentro tutt’e 4 le discipline dell’Hip Hop, con l’andare del tempo il progetto si è evoluto ed è diventato ”Underground Solution“: collettivo hip-hop che abbraccia le arti musicali e visive. Da questo progetto, vengono fuori diversi lavori musicali, oltre ai già citati “Tra chi sente e chi ascolta” e “Beatz from da unda”; infatti nel 2010 faccio beatz per alcuni brani della demo di esordio di CFP dal titolo “Sparisco nell’ombra”, e realizziamo “Tha lost mix”, una compilation di brani, datate e non, dei diversi mc’s del gruppo. Nel 2011 entra a far parte dell’U.S., Su Raìs che, assieme a CFP, realizzano “Cronaca di un trip urbano” di cui produco gran parte dei pezzi con l’aiuto di Robot Films. Nello stesso anno vivo una bella esperienza scrivendo sul beatz di un grande artista come Alessio Zara, da cui viene fuori un videoclip che per tutta la sua durata è accompagnato dai passi danzanti di un’altra grande artista, Rachele Montis, il brano si chiama “Silenziosa”. Il 2012 è tempo del progetto “Da sotto” che raggruppa brani prodotti anche da B-Doub, Robot Films e GBK, che definisco il mio secondo lavoro ufficiale. A metà anno Dj Admi fa uscire una compilation prodotta da lui a cui partecipano vari m.c.’s;assieme tiriamo fuori il brano “Non ci basta” e “Più funk”, di quest’ultimo c’é anche il videoclip sul canale U.S..Lo stesso anno due mie produzioni vengono selezionate per il videoclip “Das 24h Rennen 2012 am Nürburgring”, diretto dalla Die Grips, FilmTeam ufficiale della ”Dunlop“, mentre per l’etichetta Ichnusa Recordings esce un progetto di soli beatz titolato “Beatz from tha Mala Insula”. Nel 2013 partecipo al disco del duo di mc’s polacco/tedesco Dikkn & Buze dal titolo “7ieben”, nel brano “Angels & Demons” prodotta da Fonka e scratches di Dj Hypa Activ; lo stesso anno Icon Curties produce una bella compila con tanta bella gente dentro, dal titolo “Quarti marziali” io riesco a scriverne l’intro di cui c’è anche un videoclip visibile sul Youtube 4ganasce. il 2014 è tempo di un progetto interamente prodotto da B-Doub; 12 tracce suddivise in due parti, le prime sei scritte da Tes, il restante da Su Raìs, tutto sotto il titolo “Lontani dalla luce: Umbras”. Nello stesso anno, assieme a Dj Admi riusciamo a supportare il nuovo lavoro di Icon Curties dal titolo ”Alpha Centauri“ col brano ”Guerrieri della luce“. Nel 2015 partecipo ad un mega pezzo ideato da Kumalibre, ossia un beat prodotto da Ramez su cui rappano a turno 17 m.c.’s, sardi e non. Quest’anno, assieme a Su Raìs, siamo riusciti a far uscire un Concept Album dal titolo ”Dimonius et Demoni“, che in quanto ad energie e tempo ci ha preso parecchio, ma alla fine è uscito come volevamo. Tutti questi anni contornati da live in giro per la Sardegna e non solo, Jam, sagre, feste, aperture a gruppi italiani più noti ma anche ad americani del calibro di Beatnuts, Afu-ra e qualcun’altro che non ricordo; anni in cui grazie alla musica, ho conosciuto tantissime persone, con cui mi sono confrontato, ho comunicato, trasmesso e ricevuto;nonostante la vita mi metta a dura prova, riesco sempre a trovare un momento per far sentire cosa mi passa per la testa e se pensi abbia fatto o debba fare gavetta ti sbagli, non ho mai avuto intenzione di farla perché la musica la vivo senza avere un punto d’arrivo. Pace

Sign In